martedì 24 maggio 2011

cs vigiliamo per la discarica: vendola c'è?

MAPPE EPIDEMIOLOGICHE - RISPONDERA' VENDOLA ALLE DONNE DI TARANTO?

Apprendiamo con soddisfazione che il Presidente della regione, Vendola, ha ricevuto, dalle mani del consigliere regionale Cervellera, le 7343 firme che l’Associazione “Donne per Taranto” ha raccolto a sostegno della richiesta d’avvio di una indagine epidemiologica finalizzata a verificare, su basi scientifiche, il nesso causale tra inquinamento ambientale e insorgenza di malattie croniche degenerative e non solo oncologiche, nella città di Taranto. L’impegno delle “Donne per Taranto” merita un plauso, cui fa seguito l’augurio che la loro iniziativa sortisca al più presto l’effetto desiderato, cioè che il Presidente Vendola ponga mano immediatamente, e sulla base dei poteri di cui già dispone, all’avvio della suddetta indagine. Ricordiamo che, le Associazioni degli Ammalati della provincia di Taranto già dal 2009 hanno riportato analoga richiesta all'attenzione di autorità sanitarie preposte segnalando tale richiesta alla Commissione Parlamentare d'inchiesta giunta a Taranto. Da alcuni mesi si è affiancato il Partito dei Verdi, che ne ha fatto oggetto di tre conferenze stampa e di alcune lettere aperte, indirizzate al Governatore dal Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli. Ci auguriamo quindi che questa ennesima iniziativa sia più fortunata delle precedenti e si passi finalmente dalle promesse ai fatti. Affermiamo questo alla luce di quanto accaduto in Consiglio Regionale giovedì 20 u.s.: un argomento urgente quale il “Reperimento di risorse umane e fondi per accelerare i lavori in corso del Registro tumori di Taranto” è stato messo all’ordine del giorno al 15° posto ed, ovviamente, non è stato trattato per mancanza di tempo. Noi Verdi chiediamo che questioni così importanti, come l’aggiornamento del Registro Tumori e l’indagine epidemiologica, siano oggetto di un Consiglio regionale monotematico, affinché vengano trattate con tutta l’attenzione e gli approfondimenti che meritano. Trattandosi della salute e della vita di tante persone, ogni superficialità va bandita ed ogni impegno sollecitamente mantenuto; così ad esempio i fondi promessi dal Presidente Florido già da alcuni mesi siano resi immediatamente disponibili: a questi problemi va data la massima priorità.

1 commento:

Anonimo ha detto...

vendola non c'è è andato via, con pisapia,
vendola non é più cosa miaaaaa