mercoledì 16 febbraio 2011

CS RINASCITA CIVICA

Rinascita Civica – Grottaglie

comunicato del 16 febbraio 2011

Con i Grottagliesi così la Rinascita Civica è possibile

grazie al il rifiuto del titolare

definitivamente rimossa l’antenna Telecom sul Panificio Marconi

Dopo una trattativa durata oltre tre anni, e dopo aver puntualmente rimesso alla Telecom gli assegni cospicui che mensilmente continuavano ad arrivargli anche dopo la legittima rescissione del contratto, il titolare del Panifico Marconi, Pasquale Santoro, ha obbligato la Telecom a smantellare completamente l’antenna installata.

L’avv. Antonio Lupo ha assistito il sig. Santoro nella non facile né breve vicenda, dalla rescissione del contratto con la Telecom fino al definitivo smantellamento dell’impianto di telefonia mobile installato sul lastrico dell’edificio di via Marconi, nell’omonima via e sopra al panificio.

Infatti, dopo l’avvio di costruzione dell’antenna, nell’ottobre del 2007, in seguito all’intervento del Comitato contro l’Elettrosmog che era stato allertato da cittadini che abitavano in via Marconi, il sig. Santoro si rendeva conto dei rischi per la salute che una simile installazione avrebbe comportato e dei quali prima nessuno lo aveva avvertito, e decideva di rescindere il contratto stipulato con la Telecom già nel 2006.

Rescissione che è stata possibile per le vistose inadempienze sia della Telecom, sia del Comune di Grottaglie.

Ma un solo encomiabile atto di civismo non basta per sventare del tutto i rischi derivanti dall’inquinamento causato da elettrosmog per le numerose antenne esistenti e per le altre eventuali che potrebbero essere installate, dal momento che fino ad oggi e nonostante le ripetute richieste, l’Amministrazione Comunale non ha approntato alcun piano per le antenne di telefonia mobile.

Etta Ragusa

Rinascita Civica – Grottaglie

Nessun commento: