mercoledì 10 novembre 2010

CS VIGILIAMO PER LA DISCARICA

Finalmente la Provincia segue l’esempio dei cittadini responsabili.

E il Comune di Grottaglie che fa?

Un anno ha impiegato gli organi della Provincia di Taranto a costituirsi parte civile nel processo contro Ecolevante, dopo la delibera del Consiglio provinciale del nov. 2009 che, comunque, giungeva a oltre un anno dall’inizio del processo.

Ma la costituzione, tardiva, degli organi della Provincia, è stata ora possibile solo perché la Provincia di Taranto era già rappresentata e tutelata, non dalla Giunta e dal suo Presidente ma da alcuni cittadini elettori.

Questi cittadini, infatti, si erano già costituiti, proprio per la Provincia di Taranto, parte civile nel processo. E ciò era avvenuto attraverso lo strumento dell’azione popolare, che consente ai cittadini elettori di sostituirsi all’inerzia degli organi provinciali ordinari, per tutelare e difendere gli interessi della Provincia.

Questa volta è stata quindi la Provincia a seguire l’esempio dei cittadini elettori già presenti nel processo in sostituzione dell’istituzione.

La Provincia ha raccolto perciò i frutti di un’azione proposta dai cittadini a tutela degli interessi collettivi dell’ente provinciale. Infatti, se i cittadini elettori non si fossero tempestivamente costituiti parte civile nel processo Ecolevante, la Provincia non avrebbe mai potuto costituirsi.

Pertanto la Provincia di Taranto e i suoi organi rappresentativi, a partire dalla Giunta provinciale e dal suo Presidente, se vogliono ancora ritenersi ed essere considerati degni di rappresentare ed esercitare le loro rispettive funzioni, dovrebbero aver almeno il buon gusto, se non li soccorre un elementare senso etico e civile, di ringraziare pubblicamente quei cittadini responsabili che si sono ad essi sostituiti.

E’ proprio il caso, quindi, che si guardi al processo Ecolevante come al risultato di un’azione di alto valore civile e politico.

Un’azione attraverso la quale i cittadini elettori, con due distinte azioni popolari, per tutelare non solo gli interessi dell’ente Provincia di Taranto ma anche quelli dell’ente Comune di Grottaglie, hanno dato un esempio davvero straordinario di responsabilità civile.

E hanno messo a nudo le resistenze di alcune amministrazioni. Resistenze che tuttora continuano, dal momento che gli organi rappresentativi ordinari del Comune di Grottaglie, cioè Sindaco e Giunta comunale, continuano a rimanere ancora, vergognosamente, inerti.

Riferimenti tel. 3687492108 per

Comitato Vigiliamo per la discarica e Rinascita Civica - Grottaglie

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Salve,
non sarebbe neanche male per correttezza di informazione evidenziare che è anche merito del circolo S.E.L. di Grottaglie aver presentato un ODG in provincia su questa vicenda che fu approvato all'unanimità dei presenti (ovviamente Michele Santoro del PDL era scappato via prima della discussione in Consiglio Prov. quindi non ha votato....). Infine dopo tante pressioni interne di SEL nella Giunta in Provincia è arrivato il tanto sospirato SI. Rimane l'indiscusso merito dei cittadini che hanno preceduto e sostituita la Provincia nella costituzione di parte civile ma con SEL anche dall'interno delle istituzioni qualcosa inizia a muoversi. Saluti

Anonimo ha detto...

SEL,sembra essere diventata il salvatore della sinistra, voi avete un capo,che e'peggio di berlusconi, un populista puro, io non sono di destra, sono di sinistra e voto PD, perche' e l'unico partito che puo' mettere in campo un'alternativa,
S V E G L I A T E V I!!!!!!!!!!!