mercoledì 5 maggio 2010

Con disprezzo e con amore


CON DISPREZZO E CON AMORE - Appunti su una città in cerca di riscatto
Documentario di Vittorio Vespucci e Monica Nitti (Italia 2010)

In proiezione il 6 maggio alle 20.30 presso l'Auditorium della Concattedrale
... con annessa raccolta firme pro referendum

Con disprezzo e con amore è una breve analisi sulla situazione sociale, ambientale e culturale di Taranto.

L'amore di chi opera per il bene della città si contrappone al disprezzo di chi ha contribuito al suo degrado speculando sulla Gente di Taranto, che vorrebbe vivere in una città "normale"

Attraverso la voce di coloro che, anche da posizioni radicalmente opposte, hanno a cuore le sorti di Taranto, si ottiene uno spaccato delle diverse componenti di una città problematica ma allo stesso tempo interiormente viva. La parte sana della città non si limita alla protesta, ma è protesa alla ricerca di un riscatto.

Nel documentario, attraverso una serie di interviste a personaggi che operano in vario modo all'interno della città, si parla dello sviluppo economico degli Anni '70, dell'attuale degrado urbano e sociale, della criminalità e del disagio dei minori.
Si raccolgono le proposte di chi, operando quotidianamente nei quartieri, si preoccupa di avvicinare le istituzioni alle reali esigenze dei cittadini. Si spiega l'importanza della raccolta differenziata dei rifiuti e di come questa sarà gestita, con la collaborazione dei cittadini.
Si biasimano lavoro nero e ricatto occupazionale, auspicando uno sviluppo del territorio che possa favorire la creazione di opportunità di lavoro.
Si guarda all'interno di un centro sociale per comprendere ideali e aspirazioni dei ragazzi che lo gestiscono.
Ci si interroga suli reali benefici di una presenza militare massiccia sul territorio e si riflette sull'esigenza di restituire gran parte degli ampi spazi sottratti alla città.
Si parla dei problemi della mitilicoltura , un tempo fiore all'occhiello dell'economia di Taranto ed oggi in serio pericolo.
Si fa il punto sullo sviluppo dell'Università e si analizzano le sue peculiarità e i suoi limiti, anche in funzione del contesto in cui opera.
Vengono illustrati compiti e funzioni della Protezione Civile del Comune di Taranto.


Non mancano i riferimenti allambiente malato, quello che è considerato il male dei mali di Taranto.

Il documentario è stato ideato e prodotto da Vittorio Vespucci (regista) e da Monica Nitti (direttore di produzione).

Le musiche sono di Sandro Viscomi e la voce narrante è dellattore Francesco Cassano.

Vittorio Vespucci è nato a Taranto nel 1963. Vive a Treviso dal 1995 (www.vittoriovespucci.it).
E' videomaker indipendente e si interessa prevalentemente di tematiche a carattere ambientale e sociale.
E' stato videoblogger di Nessuno TV ("Blog TV" e "Le mie elezioni", docufilm collettivo di Stefano Mordini). E' autore del videoclip "La città malata". E' ideatore, coautore e regista del docufilm collettivo "Polveri alle stelle".
E' progettista di pagine web e si dedica allo studio delle tecnologie e dei comportamenti legati all'utilizzo della rete, operando in ambito di studio e di no-profit.

Monica Nitti è nata a Taranto nel 1969, dove ha sempre vissuto (www.monicanitti.it).
E' perito chimico e presta la sua opera come volontaria nella Protezione Civile del Comune di Taranto.
E' ideatrice e coautrice del documentario collettivo "Polveri alle stelle".
Ha partecipato al progetto TarantoMia dell'associazione ambientalista TarantoViva realizzando il filmato di presentazione del progetto (Filmato TarantoMia) e in qualità di relatrice nella scuole.
E' amministratrice del portale Taranto in cartolina (www.tarantoincartolina.com).

Nessun commento: