martedì 30 giugno 2009

La politica a modo mio



La singolare analisi moralistica del Sindaco Bagnardi, soggetto politico che sembra essere al di sopra degli schieramenti e delle fazioni.
Peccato che nella sua analisi manca l'aspetto più saliente di questa tornata elettiva ovvero l'astensionismo, vero vincitore di queste elezioni. Quando i giochi di potere superano la realtà.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

è meglio non esprimere commenti su questo sindaco.
speriamo solo che finisca presto e se ne vada.

Anonimo ha detto...

il dottor bagnardi? laurea in sociologia a salerno, un po' come diploma all'istituto volere e potere, ci tiene a farsi chiamare dottore. Basta solo questo. Chi verrà dopo? Non lo sa nessuno. A grottaglie decidono a taranto, e a taranto decidono a bari. Qui, accattonaggio e mediocrazia trionfano. Il centrodestra non è meglio, anzi è peggio. E la gente capace sta alla finestra, o va via, oppure, se si intromette, prende questi come modelli obbligatori e si imbruttisce. La soluzione c'è, ma è la gen te che nn la vuole percorrere. far saltare il giochino è facile facile facile. Basta colpire i punti deboli, d'errico, donatelli, vito nicola cavallo ecc. ecc e chi ha attività commerciali o imprenditoriali sa come. se non lo si vuole fare, è anche dannoso, oltre che inutile, lamentarsi dopo