martedì 23 giugno 2009

Il Procuratore nazionale Antimafia Pietro Grasso propone l'introduzione del reato associativo ambientale

Prevedere una fattispecie di reato associativo ambientale, facendolo rientrare nella competenza delle Direzioni distrettuali antimafia mediante una modifica dell'articolo 51, comma 3-bis, del Codice di procedura penale. Questa la proposta indicata dal Procuratore nazionale Antimafia,
Pietro Grasso, in audizione oggi dinanzi alla Commissione d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti.

Si è discusso sull' opportunità di attribuire alle Direzioni distrettuali antimafia la competenza sui reati connessi al ciclo dei rifiuti. Gli altri reati resterebbero attribuiti alla competenza delle singole
Procure. In questo modo si consentirebbe anche di recuperare l'uso dello strumento delle intercettazioni telefoniche in materia. Intercettazioni che hanno dato «buoni frutti» nel contrasto alla gestione illecita dei rifiuti, dietro cui molte volte si nasconde la criminalità organizzata. Ma c'è il rischio che la condizione degli «evidenti indizi di reato» introdotta nel ddl che riforma la disciplina degli ascolti - ora all'esame del Senato - renda «sempre più difficoltoso» utilizzarle.
Se l'indagine, spiega Grasso, parte dall'ipotesi di gestione illecita di rifiuti, senza che sia prevista, almeno inizialmente l'aggravante di mafia, ha ripetuto Grasso riferendosi alle norme sulle intercettazioni approvate dalla Camera e ora al vaglio di Palazzo madama, sarà più « difficile attivare questo strumento».

Grasso ha ricordato che intorno al ciclo del cemento e dei rifiuti c'è il decollo «di un vero e proprio mercato illegale» nel quale, accanto alle famiglie della criminalità organizzata c'è un mondo popolato «da una vasta varietà di soggetti che per la maggior parte non ha precedenti penali». Si tratta di «operatori, mediatori, faccendieri, tecnici di laboratorio, trasportatori» inseriti in un commercio dall'aspetto legale. «L'impressione - ha detto ancora - è che l'affare rifiuti sia legato ad un orientamento preciso di alcuni settori desiderosi di ridurre i costi con la violazione delle regole e con l'obiettivo di aumentare i profitti». E ciò con metodi più diversi: dall'abbandono dei rifiuti in zone nascoste o in mare fino all'utilizzo di essi come fertilizzanti. Illuminante l'esempio fatto dal procuratore Grasso: la conversazione, intercettata dagli inquirenti, in cui due indagati parlano dello smaltimento dei rifiuti e dicono in dialetto: «nasce immondizia ed esce oro».

Nel corso dell'audizione sono state tracciate le linee di fondo dell'azione della criminalità organizzata nel ciclo dei rifiuti in Italia, prefigurando alcune possibili soluzioni a livello legislativo per contrastare il fenomeno, che negli ultimi anni ha visto la partecipazione alle attività delittuose di soggetti non inquadrati nelle organizzazioni malavitose.



14 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno, rileggo il blog con piacere dopo alcuni giorni di 'ozio'. Vi scrivo in quanto ho appreso che stamane (in questo preciso istante) e' in corso una conferenza dei servizi presso la sede Regionale dell'Ass. all'Ambiente (Modugno)- Ufficio Tecnico - in merito ad una richiesta fatta dalla Società Ecolevante riguardante il conferimento dei Rifiuti al 3° lotto. Non ho trovato alcun riscontro di questo fatto ne' presso questo Blog, ne' su quello del Comitato Vigiliamo per la Discarica infine neanche su quello del Presidio Permanente. Si tratta di corto circuito informativo, di oscuramento o semplicemente di ignoranza del fatto in sè (spero di no). La domanda quindi è: DI COSA SI DISCUTE STAMANE IN REGIONE CHE RIGUARDI L'ECOLEVANTE ??

Anonimo ha detto...

deroghe. Detta in breve, se prima ecolevante si beccava 20 camion al giorno, ora se ne potrà prendere 50, 70, insomma, quanti gliene pare e piace. E tutto questo nel nome di un'emergenza. Sempre nel nome dell'emergenza, che è stata la carta vincente per la camorra in campania e lo è, allo stesso modo, qui in puglia

Anonimo ha detto...

deroghe ma in merito a cosa? Qualche dettaglio in più non guasterebbe? Resto perplesso sul fatto che nessuno ne abbia fatto menzione prima che la conferenza si svolgesse oggi. Ok nella conferenza dei servizi comitati ed associazioni non sono convocate nè ammesse ma questo non vuol dire che non se ne può venire a conoscenza in anticipo ed informare la popolazione in merito oppure che non si possa far pervenire tramite una sponda istituzionale, tra quelle convocate, un documento proprio (associativo intendo) con cui si documenta e si esprime la propria
opposizione a qualsiasi nuova iniziativa Ecolevante alla luce
del rinvio a giudizio ad Ottobre a carico dei due soggetti noti.

Anonimo ha detto...

a Vigiliamo che chiedeva la pubblicazione on line degli atti emessi, il Commissario non ha risposto, ad un'altra richiesta di accesso per prendere visione ed estrarre copia ha risposto che per accedere agli atti bisogna andare di persona previo appuntamento; è tutto su questo blog, pubblicato il 18 giugno.
Per notizie sulla conferenza di servizi Regione-Ecolevante circa l'arrivo dei rifiuti leccesi nel III lotto,forse chiedendo alla corte di Vendola presente a Grottaglie si potrebbe avere qualche risposta.

Anonimo ha detto...

Non avete risposto alla mia domanda in merito ad un documento specifico da presentare, E' STATO FATTO?

Anonimo ha detto...

Ci sono notizie sull'esito della Conferenza dei Servizi ?

Anonimo ha detto...

essere informati e' un bene
MA INFORMARSI DA SOLO E' MEGLIO.

CONFERENZA DEI SERVIZI RINVIATA A DATA DA DESTINARSI.

Grazie a tutti per la notizia e per l'attivo coinvolgimento.

Altro non so', giunti a questo punto magari qualcuno di buona volontà può darci qualche notizia in più.

Anonimo ha detto...

Dopo quello che è accaduto in questa squallida campagna elettorale c'è lo scoramento totale, mi auguro momentaneo altrimenti saranno grossi guai.
Dopo aver visto quelli del presidio spellarsi le mani ad applaudire Vendola altro che scoramento è vomito.
Crolla tutto ormai

Anonimo ha detto...

Bravi continuate a farvi e farci del male,quando metterete i piedi per terra forse, comincerete a capire e a riprendere il discorso interrotto. Nessuno a tradito nessuno, si è scelta invece una strada diversa per raggiungere lo stesso obiettivo, si è scelta la strada Istituzionale, quella, tanto per intenderci, che, come in questo caso, ti permette di avere le notizie che voi state ricercando.La conferenza dei servizi è stata convocata per discutere la richiesta avanzata dalla ecolevante, di poter smaltire nel terzo lotto, polveri di amianto. La conferenza è stata rinviata a data da destinarsi. La campagna elettorale è finita, adesso occorre organizzarsi e "utilizzare" chi, nonostante le offese e gli attacchi gratuiti subiti,continua a lottare per il raggiungimento degli obiettivi che sono e restano comuni.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 16,25 troppo diplomatico e compresivo nei confronti di chi vomita bile....

Anonimo ha detto...

questo blog sempre attento alla cronaca politica locale non ha scritto niente sul ballottaggio di ieri

Anonimo ha detto...

forse perchè non ne valeva proprio la pena di esprimere qualcosa...so comunque che c'è qualcono che sta morendo dalla voglia di farlo ma chissà come mai si stai volutamente astenendo

Anonimo ha detto...

che belli che siete, al balcone a guardare e criticare! ma che caxxo volete dal presidio ,da sud in movimento, dai comiati? è bello incolparli, ma di cosa poi? ha vinto Florido? bè ve lo meritate, così imparate a rimanere lì a guardare come le comari del rione.
le associazioni si sono sovra esposte per liberare il territorio dalla discarica, Voi dove eravate quando sono arrivate le manganellate? quando il sindaco li chiamava facinorosi, quando il sud insieme ad altre associazioni si costituivano parte civile contro la discarica? voi dove eravate? ha vinto florido, lucianetto, e compani ? perchè, forse era MEGLIO Rana che ha autorizzato il primo e secondo lotto? alleato di uno condannato per mafia? ma chi siete, CHE VOLETE? perchè non mettete la faccia? avete stancato!! i soliti borghesucci figli di papà dalla critica facile, dall'alto del proprio culo coperto..scendete dal piedistallo e mettete la faccia contro florido, contro rana contro chi volete.
non potete permattervi di parlare contro gli unici che il loro dissendo lo hanno dimostrato.
è PRPPRIO VERO, IL GROTTALGIESE è UN POPOLO ANOMALO!
Vi chiedo solo quando la smetterete di fare i ricch..ni col c.lo degli altri ?
lucianetto consiglere provinciale, mancarelli assessore, tarantino presidente del consiglio e chi più ne ha più ne metta.
il fatto è che loro i voti li prendono e decidono, il vostro essere opinionisti non conta un caxxo.
Di bassanini (inviato il 23/06/2009 @ 15:41:35)
# 68
O forse è meglio il comitato vigiliamo, che mentre il presidio prendeva le multe, le denunce, le manganellate ecc.ecc. lui se ne andava ad incontrare segretamente settanni? ditecelo così sappiamo che con il nemico è meglio icontrarsi segretamente anzichè combatterlo a viso aperto.
grazie.
Di molto indignato, bassanini (inviato il 23/06/2009 @ 15:46:58)

Anonimo ha detto...

STRATEGIE DIFFERENTI?
Anonimo 12,31 "a Vigiliamo che chiedeva la pubblicazione on line degli atti emessi, il Commissario non ha risposto, ad un'altra richiesta di accesso per prendere visione ed estrarre copia ha risposto che per accedere agli atti bisogna andare di persona previo appuntamento"
Anonimo 16,25 "si è scelta invece una strada diversa per raggiungere lo stesso obiettivo, si è scelta la strada Istituzionale, quella, tanto per intenderci, che, come in questo caso, ti permette di avere le notizie che voi state ricercando"
L'ACCESSO ALLE INFORMAZIONI E' UN DIRITTO E NON UNA GRAZIOSA CONCESSIONE CHE IL SIGNORE ELARGISCE AI SUDDITI OBBEDIENTI E...VOTANTI