mercoledì 22 ottobre 2008

Milano. La Statale occupa Milano




Gli stati generali dell'università riescono a mettere d'accordo studenti, docenti e lavoratori. Parte da via Festa del Perdono un corteo spontaneo che arriva in stazione Cadorna e finisce tra spintoni e manganellate della polizia
Mariangela Maturi dal Manifesto
MILANO

La protesta dilaga. E non si ferma più. Ieri si è mosso il pachiderma della cultura cosiddetta superiore, l'università. Un po' arrugginita, era partita in sordina con iniziative circoscritte, ma ora è esplosa in aula e in piazza. Per movimentare la giornata, in piazza Cadorna alcuni studenti si sono attirati anche una decina di manganellate a causa di qualche spintone di troppo, «tafferugli» per la cronaca, una performance che certo non svuota di significato un'assemblea e un corteo che ha riempito le strade di Milano come non si vedeva ormai da tempo.
Il buongiorno si vede dal mattino. Si capisce [...]

1 commento:

Anonimo ha detto...

il preside del Liceo farà mettere il 5 in condotta o guiderà i ragazzi all'assalto della Gelmini?