lunedì 1 settembre 2008

Il Presidio, dai cancelli del terzo lotto

Chiusura immediata ed irrevocabile del terzo lotto della Ecolevante. E’ ciò che pretendiamo noi cittadini. Mentre scriviamo, siamo davanti alla nuova discarica per rifiuti speciali. Da qui esprimiamo la nostra assoluta contrarietà a questo famigerato terzo lotto. Siamo qui per difendere la nostra salute. Perciò, non è ammesso alcun compromesso. Senza se e senza ma, pretendiamo la chiusura di questa nuova discarica gestita anch’essa, come gli altri due lotti, dalla Ecolevante Spa, in contrada La Torre Caprarica, Grottaglie-San Marzano di San Giuseppe, sulla provinciale che collega Carosino a Francavilla Fontana.
Il nostro dissenso è rimasto sinora inascoltato. Le nostre ragioni sono state annichilite, delegittimate da una malapolitica così sorda alle richieste dei cittadini quanto solerte nel concedere autorizzazioni e nulla osta agli imprenditori della monnezza. Tutto, anche a costo di falsificare le autorizzazioni con l’occultamento dell’antica Via Appia, del santuario rupestre della Madonna delle Grazie, di altri siti di interesse archeologico, e poi della casa famiglia e centro di terapia per diversamente abili “Fattoria Amici”, delle varie realtà produttive della zona, e soprattutto, della condotta di acqua potabile che scorre a ridosso di questa nuova discarica. Realtà cancellate dalle mappe istituzionali. E’ per questi occultamenti che sono stati infatti recapitati gli avvisi di conclusione delle indagini alla Provincia di Taranto ed alla società Ecolevante. I reati contestati sono: abuso in atti d’ufficio e violazione delle norme ambientali. E non solo. La Ecolevante non ha neppure fornito le cosiddette fideiussioni secondo le modalità stabilite dalla legge. Queste illegalità sono per noi delle aggravanti. Noi ci opporremmo infatti all’apertura del terzo lotto anche se essa fosse a norma di legge, vista la situazione ambientale già gravissima in cui versa questa provincia.
E’ bene ricordare che i primi due lotti di discarica sono ancora attivi. Aprire il terzo lotto è un atto di forza e di ulteriore disprezzo verso la nostra Comunità.
In modo antidemocratico, a noi cittadini è stato negato il diritto di parola su questa questione. Ora ci riappropriamo del diritto di decidere del nostro futuro, del diritto di difendere il nostro territorio, del diritto di tutelare la nostra salute e quella dei nostri figli.
Perciò, resteremo qui sino a quando non verrà messa la parola fine a questa violenta aggressione contro la nostra terra.

Tratto dal blog del Presidio Permanente No Discariche

7 commenti:

Anonimo ha detto...

DAVANTI AI CANCELLI DEL III LOTTO SIT-IN DI PROTESTA
NON C'è PIU' TEMPO E NON CI SONO PIU' SCUSE, CHIUNQUE FOSSE CONTRARIO ALLA DISCARICA ORA E' IL MOMENTO DI DIRE NO!!!... ALTRIMENTI "TENETEVI LA DISCARICA"

Anonimo ha detto...

.."perchè le battaglie non si perdono, si vincono sempre"...
non aggiungo altro, un abbraccio fortissimo ai miei compagni, siete grandi!!!...emilia..

Anonimo ha detto...

torno adesso dai cancelli della ecolevante mangio qualcosa e vado al lavoro, un invito a tutti, andate a sostenere la gente che stà lì, manifestiamo tutti insieme il nostro dissenso, basta rifiuti che noi non produciamo nelle nostre terre....

Anonimo ha detto...

Ancora cu stu terzo lotto!!!
Ste tutto in regola....sciatevene a casa!!!!

Anonimo ha detto...

all'ultimo anonimo che inviata ad andare a casa:
se pensi come parli, sei un mentecatto. Oppure, magari, sei uno di quelli che con la monnezza ci sa convivere

Anonimo ha detto...

O magari è lo stesso cristian, che fa l'arrogante pure sul blog.

Anonimo ha detto...

DAVANTI AI CANCELLI DEL III LOTTO SIT-IN DI PROTESTA
NON C'è PIU' TEMPO E NON CI SONO PIU' SCUSE, CHIUNQUE FOSSE CONTRARIO ALLA DISCARICA ORA E' IL MOMENTO DI DIRE NO!!!... ALTRIMENTI "TENETEVI LA DISCARICA"