lunedì 14 aprile 2014

OLTRE GLI APOCALITTICI E GLI INTEGRATI

Già a cavallo tra gli anni '70 e '80, Pietro INGRAO - Comunista e Padre Costituente - motivava la necessità di procedere in direzione della riforma in senso monocameralista del Parlamento articolando la presente proposizione: "... il bicameralismo attuale favorisce sterili ripetitività, ritualità, tempi morti e ostruzionismi di varie specie, che comunque presenta svantaggi

 Già a cavallo tra gli anni '70 e '80 Pietro INGRAO -Comunista e Padre Costituente- motivava la necessità di procedere in direzione della riforma in senso monocameralista del Parlamento articolando la presente proposizione concettuale: "...il bicameralismo attuale favorisce sterili ripetitività, ritualità, tempi morti e ostruzionismi di varie specie, comunque presenta svantaggi di gran lunga superiori ai vantaggi". Proponeva, perciò, un "monocameralismo con procedimento rinforzato" o un " bicameralismo non paritario".
 Seguo sempre con grande attenzione e generalmente da cittadino avverto piena sintonia con le riflessioni di Rodotà e Zagrebelsky; questa volta, invece, ho la sensazione che i due insigni giuristi siano “lontani” dal bisogno profondo, che emerge da ogni “luogo”, di dare avvio a una bonifica profonda del nostro sistema.
 Questa giovane squadra di Governo nell’agire quotidiano sta rappresentando grande coraggio, un notevole senso di etica della responsabilità e, anche nel caso in cui dovesse compiere errori in buona fede (per inesperienza, non definite capacità, ecc.) nella corsa ad ostacoli che va affrontando, sta insegnando a Tutti che è possibile agire generalmente "bene" e in fretta.
Nello stesso tempo, facendo ciò, sta insegnando ad ognuno di noi che in futuro - speriamo assai prossimo -, a esito di una non più procrastinabile “mobilitazione cognitiva”, si potrebbe con altrettanta fretta correggere gli errori presumibilmente commessi in buona fede da chi oggi guida il nostro Paese.
 Compito di un buon inizio di “mobilitazione cognitiva” è aiutarli in ogni ambito con un nuovo e diffuso agire teso al rinnovamento. Ciò non esclude - anzi esige - che, all’occorrenza, il pungolo dei singoli e/o dei gruppi incida anche con la critica severa sulla forma e la sostanza delle decisioni del Governo; cercando, in questo percorso, di evitare di disegnare ossessive costruzioni apocalittiche.

mercoledì 20 novembre 2013

"TUTTI GLI ANIMALI SONO UGUALI
MA ALCUNI ANIMALI SONO PIU' UGUALI DEGLI ALTRI"
GEORGE ORWELL - LA FATTORIA DEGLI ANIMALI

Un ex democristiano che, "incidentalmente", è assurto a capo del Governo, oggi ha, servendosi di tanto vecchie quanto aberranti pratiche staliniste, violentato gli intendimenti della base del suo Partito, di quattro aspiranti capi partito e di una moltitudine di Parlamentari del PD; il tutto per preservare l'architrave di un sistema che vuole tutti uguali, ma riconosce e garantisce, a qualsiasi livello, solo gli uguali più uguali degli altri.

lunedì 4 marzo 2013

SOSTENETE I PIZZICATI AL PRIMO MAGGIO

Ragazzi, è giunta l’ora di votare seriamente, nessuna politica, solo MUSICA!!!
Da oggi al 14 marzo 2013 è possibile VOTARE UNA VOLTA AL GIORNO PER 10 GIORNI i Pizzicati int’allù Core - Canzoniere Jonico Salentino per il Primo Maggio a Roma in Piazza San Giovanni!!!
CONTIAMO SU TUTTI VOI, UN GRAZIE ENORME A TUTTI COLORO CHE CI SOSTERRANNO!!!

mercoledì 23 gennaio 2013

1MFestival.com

Dal 10 febbraio al 10 marzo 2013 sul sito 1mfestival.com si potranno votare i "Pizzicati int'allù Core - Canzoniere Jonico Salentino" per partecipare al Festival del Primo Maggio a Roma!
Ringraziamo anticipatamemte per il sostegno che ci darete votando! VOTATE QUANTO PIU' POTETE e fate votare se volete!!! Visto che a febbraio comuque si votano gli scagnozzi della politica recandosi alle urne, più semplicemente votate i Pizzicati comodamente da casa!
Grazie ancora!!!

lunedì 1 ottobre 2012



"Per la Festa Nazionale dei Nonni i Pizzicati int’allù Core incontrano le proprie origini, le proprie ispirazioni, la vera fonte del proprio movimento, delle propria spinta emotiva, l’ambiente più idoneo alla nascita e alla formazione del repertorio popolare. Orgogliosi di essere portatori delle tradizioni popolari, fusa al giovane entusiasmo di riportarle ai giorni d’oggi, invitano tutti a partecipare a questo evento, dal pomeriggio fino a sera, insieme ai nostri Nonni, al nostro passato per il futuro."

Valerio Manisi
Presidente della Compagnia del Teatro Jonico Salentino

lunedì 20 agosto 2012




E' finalmente uscito il CD UFFICIALE dei Pizzicati int'allù Core!!!

SI POSSONO AQUISTARE PRESSO

"NAUSICAA MUSIC STORE"
di Domenico Carlucci in via Calò, 66 a Grottaglie (Ta)

oppure presso

"IL PENNACCHIOTTO"
di Maurizio Vestita in v.le G. Pignatelli n. 35 a Grottaglie (Ta)

ACCORRETE E BUON ASCOLTO!!!

Per riceverlo direttamente a casa chiamare il numero 392/74.25.653 oppure inviare una mail a info@teatrosalentino.it.

venerdì 24 febbraio 2012

SONO DISPONIBILI GLI INVITI PER GROTTAGLIE
SI POSSONO GIA' RITIRARE PRESSO:
Hi-Fi Music - Viale Matteotti, 16 - 74023 Grottaglie (Ta)
INFO AL N. 099/56.22.836 oppure 392/74.25.653

lunedì 6 febbraio 2012

"Il Teatro Vale per 2!" di Valerio Manisi - Hanno detto dello spettacolo...


"Grande successo meritato... geniale la regia di Manisi, con una straordinaria interpretazione di Valerio Manisi e Valerio Di Tella... 2 talenti con monologhi e gags con dei tempi teatrali perfetti... uno spettacolo inedito, con il coraggio di affrontare personaggi che hanno lasciato un patrimonio artistico, da Dante a Jerry Lewis, da Eduardo De Filippo a Massimo Troisi... straordinaria partecipazione di Pedone Luigi, Francesco Manisi e del maestro Domenico Carlucci. Eccoli i veri teatranti! Bravissimi!"

Giuseppe Gifuni (Mitico e gentilissimo amico... nostro e di Massimo Troisi!)

-

"Per la prima volta si è assistito all'alternarsi in scena non solo dei "pilastri" del teatro come Eduardo De Filippo ed altri, ma anche l'inserimento suggestivo e magico di Dante con il 5° canto della Divina Commedia. Il tutto accostato alla genialità di Troisi nel suo “Monologo con Dio”. Si parla dell'amore nella sua tragicomicità. Spettacolo molto gradito dal pubblico. Il Teatro "Vale" veramente "per 2"!"

Loredana Di Martino

-

"Il teatro Vale per 2! di Valerio Manisi con Valerio Di TellaCosa succede se la metro di Roma si blocca per un allagamento? Presto detto. Due mondi si incontrano. Campania e Puglia unite dall'amore per il palcoscenico, in particolare per il grande Eduardo, motivo che li ha spinti ad intraprendere questo cammino e al quale dedicano questo appuntamento. Il teatro Vale per due: il titolo e' già esplicativo. Valerio Di Tella e Valerio Manisi mettono in scena un lavoro originale, dinamico che mette in evidenza versatilità e impegno. Un escamotage, quello del problema tecnico, che accompagna lo spettatore in un viaggio,“condito” da versatilità e professionalità, introdotto dalla presentazione di Giuseppe Gifuni. La mimica poi e’ la ciliegina sulla torta. “Un’ arma” che riesce a far ridere di cuore il pubblico. Ad intrecciarsi sono le note di Don Raffaè firmato De Andrè accompagnato dal Maestro Domenico Carlucci, lo struggente quanto famoso monologo di Filumena Maturano affidato alla sentita interpretazione di Rossana de Pascale e il Dialogo con Dio dell’indimenticato Massimo Troisi. Il tutto accompagnato dalla simpatia e bravura di Pedone Luigi e Francesco Manisi presenti in scena. Due ore circa scorrono via veloci in allegria grazie ad una recitazione spontanea. Insomma una performance che coniuga amabilmente tradizione e innovazione con sincera voglia di divulgare l’arte del recitare. La gradevole ambientazione del Piccolo Teatro, dedicato all’indimenticato attore di San Giorgio a Cremano poi, rende ancora piu’ familiare il clima. Una serata piacevole dove le emozioni la fanno da padrona, perché ricordando le parole di De Filippo, quell’istante nel quale l’attore sente la responsabilità del proprio compito è la marcia in più chiamata sentimento."

Monica Fabaro

-

Recensione da “ilRoma” del 5 febbraio 2012

VALERIO MANISI E VALERIO DI TELLA PROTAGONISTI AL “PICCOLO MASSIMO TROISI”

Ai Colli Aminei un “viaggio” nel teatro di ieri e di oggi

NAPOLI. Applausi e risate a denti stretti al “Piccolo Teatro Massimo Troisi” dei Colli Aminei, per lo spettacolo comico scritto e diretto da Valerio Manisi “Il teatro vale per 2”. Interpretato dallo stesso autore diGrottaglie in compagnia con il napoletano Valerio Di Tella, il lavoro sottotitolato “Viaggio nel teatro di ieri, oggi e... domani!” ha saputo portare nello spazio passionalmente voluto da Giuseppe Gifuni, una storia divisa tra finzione e realtà imperniata sull’incontro dei due protagonisti avvenuto durante un viaggio in metropolitana a Roma interrotto da un allagamento e presto tramutatosi in un viaggio senza tempo attraverso i più svariati sentieri del teatro e della sua storia. Conosciutisi in rete, Valerio Manisi e Valerio Di Tella (il primo pugliese ed il secondo campano) così come si legge anche nelle note dello spettacolo, si sono incontrati su internet a differenza di quando lo si faceva per i viali, per le vie, per le piazze, per le parrocchie, nella case del popolo o tra amici comuni... ed è stata proprio la loro comune vocazione per il teatro di Eduardo De Filippo insieme allo stesso nome di battesimo ad accomunarli con un sito internet totalmente dedicato al grande maestro. Ed è dalla curiosità di Valerio Manisi che decide di contattare il suo simile napoletano così vicino a lui per le passioni riferite al Teatro ed alla propria terra ed ancora dal suo pallino di autore di testo teatrali che è nato “Il teatro vale per 2!” un lavoro che dopo un breve tour è giunto a Napoli, portando in palcoscenico le interiorità artistiche dei due giovani protagonisti che dalle loro terre sono approdati in una Roma fatta di speranze e mete da conquistare. In scena, il lavoro di Manisi vulcanico e poliedrico interprete insieme al più introspettivo e misurato Di Tella, ha inteso trasformarsi in un sentito ed “assortito” omaggio al teatro in generale spaziando da una impegnativa “Lectura Dantis” di appannaggio negli anni di mostri sacri come Carmelo Bene, Vittorio Gassman, Vittorio Sermonti e Giorgio Albertazzi, ora coraggiosamente nelle mani del giovane Manisi alle canzoni d’autore e quelle popolari e dai monologhi Eduardiani come quello di Raffaele, il portiere anima nera di “Questi fantasmi” del grande De Filippo interpretato dall’altrettanto giovane Di Tella agli sketch modello cabaret. Con la partecipazione di Francesco Manisi, del chitarrista Domenico Carlucci e del bravo attore Luigi Pedone che ha offerto il suo amichevole contributo alla messinscena tirando in ballo la poetica di Totò con i versi della celebre “Filosofia”, la serata al Piccolo Massimo Troisi ha conquistato i benevoli spettatori che hanno piacevolmente vissuto una lunga maratona teatrale vista con gli occhi di due artisti in erba con tutte le carte in regola per sperare in un lusinghiero futuro fatto di successi ed amore per la scena.

giugio